Pane al Kamut

by nonsolodoppiozero
Pane al Kamut

L’altro giorno, complice l’ondata di freddo che si è abbattuta su Milano….ok è solo una scusa…dicevo…l’altro giorno, dopo due giorni che il mio forno era spento ed io stavo andando in astinenza da impasti ho preparato questo buonissimo pane al Kamut. Prima di darvi la ricetta voglio parlarvi un pò di questo tipo di grano.

Innanzitutto non si chiama Kamut! Eh già, il suo vero nome è Khosaran dal nome della provincia dell’Iran dove ancora oggi si coltiva.  Kamut è il nome commerciale, di origine egiziana, con cui Mr.Quinn il 3 aprile 1989 registrò il prodotto e fondò la Kamut International. Da allora chiunque voglia coltivare questa particolare varietà e assciarle il nome Kamut deve farlo alle condizioni imposte dalla Kamut International. La maggior parte della farina di grano Khosaran Kamut viene coltivata in Canada e negli Stati Uniti dove spesso vengono usati glifosati per la coltivazione di questo cereale. Per questo motivo vi consiglio di scegliere sempre la “versione” biologica, come questa del marchio Lo Conte, questa venduta da Conad e ancora questa di Selezione casillo.

Negli ultimi anni i prodotti da forno preparati con questo cereale la fanno da padroni sugli scaffali di supermercati panetterie nonostante abbiano un costo nettamente superiore a quelli preparati con il comune frumento. A livello nutrizionale il Kamut contiene più proteine vitamine e sali minerali rispetto al frumento comune mentre a livello organolettico è più saporito e dona ai prodotti una consistenza più ruvida. Potete utilizzarlo in purezza o tagliato con altre farine, come nel pane al Kamut che vi propongo oggi. Se siete golosi vi suggerisco questi biscotti.

Ma adesso scopriamo come preparare questo gustosissimo pane.

Pane al Kamut

Pane al Kamut

Print
Porzioni: 4 persone Preparazione: Cottura:
Nutrition facts: 200 calories 20 grams fat
Rating: 5.0/5
( 1 voted )

INGREDIENTI

  • Farina Di Farro 200 g
  • Farina Di Kamut® 300 g
  • Acqua (Tiepida) 375 g
  • Lievito Di Birra Fresco 12 g
  • Sale 15 g
  • Zucchero 1 cucchiaino
  • Malto Diastasico 1 bustina
  • Semola Di Grano Duro Rimacinata q.b.

PREPARAZIONE

  1. Per preparare il pane al Kamut, nella ciotola della planetaria sciogliete il lievito di birra con l’acqua, lo zucchero e il malto.
  2. Setacciate e amalgamate le due farine e aggiungetele ai liquidi, avendo cura di tenerne da parte un cucchiaio. Quando l’impasto sarà liscio ed omogeneo aggiungete il sale e poco dopo la farina rimasta. Continuate ad impastare finché si staccherà dalle pareti della ciotola.
  3. Trasferite l’impasto su un piano leggermente infarinato e arrotondate, poi mettetelo in una ciotola leggermente unta, coprite e fate riposare al riparo da correnti d’aria per un’ ora circa ( o fino a quando avrà raddoppiato il suo volume).
  4. Riprendete ora l’impasto, ponetelo su un piano di lavoro leggermente infarinato e con le mani stendetelo delicatamente fino a formare un rettangolo.
  5. Fate ora un giro di pieghe: tirate il lato in lato del rettangolo e ripiegatelo su se stesso, fate la stessa cosa con il lato in basso. Girate ora l’impasto di 90° e ripetete l’operazione.
  6. Arrotondate di nuovo l’impasto, riponetelo nella ciotola leggermente unta e fate lievitare coperto fino al raddoppio.
  7. Trascorso questo tempo riprendete l’impasto e dividetelo in tre parti uguali.
  8. Stendete delicatamente ogni porzione fino ad ottenere un rettangolo. Formate ora il filone, ripiegando i lembi in basso verso il centro e arrotolando delicatamente.
  9. Cospargete il vostro pane di semola di grano duro e mettete a lievitare su una placca rivestita con carta forno fino al raddoppio.
  10. Preriscaldate il forno a 240° e prima di infornare il pane praticate dei tagli obliqui sulla superficie dei filoni.
  11. Cuocete a 200° per circa 40 minuti.
  12. Fate raffreddare completamente prima di tagliare.

NOTE

Il pane al Kamut si conserva per 2-3 giorni fuori dal frigorifero in un sacchetto di stoffa, ma potete anche congelarlo. E’ ottimo in accompagnamento a salumi come speck, prosciutto crudo o mortadella.

Vi aspetto su Facebook e Instagram per condividere con voi le mie ricette e le mie giornate in cucina!

Potrebbe interessarti anche

Leave a Comment

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la vostra esperienza. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso. Accetto Leggi